La QSL

La cartolina QSL è una conferma scritta sia di una comunicazione bi-direzionale tra due stazioni di radioamatore, sia di una ricezione di un segnaleradio emesso da una stazione radiofonica (in questo caso è la conferma ad un rapporto d’ascolto). Le cartoline QSL possono anche confermare la ricezione di una comunicazione radio bi-direzionale da parte di un terzo operatore (SWL – “short wave listeners” cioè ascoltatore di onde corte).  Una tipica cartolina QSL presenta le stesse caratteristiche in dimensioni e materiale di una normale cartolina postale. Il termine QSL non è un acronimo, ma una dicitura del codice Q utilizzato in telegrafia, e significa “confermo il collegamento”. Spesso queste cartoline costituiscono oggetto di collezione da parte dei radioascoltatori e dei radioamatori. Moltissimi OM sono impegnati nella raccolta di cartoline da tutti i country  del mondo. Quando si fanno collegamenti radio (QSO) con stazioni da paesi rari, cioè con pochissimi operatori presenti sul territorio, oppure in caso di DX- peditions (vere e proprie spedizioni organizzate fino ai minimi dettagli, è buona norma inserire nella busta contenente la cartolina un contributo per le spese di risposta ( in genere si usa un dollaro o un IRC “international replay coupon”)Lo scambio di QSL avviene sia con  il bureau, cioè attraverso la propria associazione (in Italia l’ARI),  sia in modo diretto e cioè con una lettera vera e propria con tanto di francobollo e timbro postale. Quest’ ultima forma di scambio è particolarmente pregiata e gradita per la presenza nella busta oltre che del francobollo stesso, di qualche cartolina panoramica o piccolo souvenir  che danno un tocco di fascino in più. Il conteggio delle varie QSL  ricevute serve ai radioamatori per poter richiedere vari diplomi (awards) o targhe messe a disposizione dalle organizzazioni radioamatoriali internazionali agli OM più bravi e capaci. In queste pagine vi mostro alcune delle cartoline da me ricevute nell’arco della mia attività dal 1985 ad oggi.