Come Diventare Radioamatori

Diventare Radioamatori

 

Le cognizioni necessarie si possono apprendere sui libri di testo, ma sarà solamente l’ascolto del traffico che viene svolto dalle stazioni radioamatoriali a dare un concreto contributo alla preparazione per poi poter svolgere correttamente l’attività. E’ quindi consigliabile, in attesa dell’ottenimento dell’idoneità e dell’autorizzazione generale, esercitarsi ascoltando le frequenze radioamatoriali, cosa oggi possibile senza alcuna autorizzazione. Una volta superato l’esame è necessario presentare domanda per ottenere il nominativo da utilizzare nell’esercizio dell’attività radioamatoriale.

La richiesta di nominativo (da redigere su carta legale)

Al Ministero delle Comunicazione ­ Ispettorato Territoriale per la Regione ……………………………………… Il sottoscritto……………………………………………………… nato a ……………………………… il………….. …….domiciliato in Via…………………………………………………………… n°……………………… Cap. …………………………….Città……………………………….. Prov…………………………………. , essendo in possesso di patente ordinaria (classe A o livello 1 CEPT) / speciale (classe B o livello 2 CEPT) numero……………………………., rilasciata dall’Ispettorato Territoriale della Regione ……………………… in data……………………….chiede che gli venga rilasciato il nominativo di stazione di radioamatore per poter accedere all’autorizzazione generale di classe A / di classe B.
Si allegano alla presente i seguenti documenti: a) autocertificazione di nascita, residenza e cittadinanza.

b) fotocopia della patente ordinaria / speciale.

In attesa, porge distinti saluti.

Data……………………………. Firma……………………………………………………………

Per conseguire l’autorizzazione generale per l’impianto e l’esercizio di stazione di radioamatore, l’interessato deve presentare, entro trenta giorni dalla data di assegnazione del nominativo, la Dichiarazione di inizio attività.

Dichiarazione di inizio attività per acquisizione di autorizzazione generale (da presentarsi in carta libera)

Al Ministero delle Comunicazioni ­ Ispettorato Territoriale per la Regione …………………………….

Il sottoscritto……………………………………………………. nato a……………………………… il ……………………….., domiciliato in Via …………………………………………… n°……….Cap………… Città…………………… Prov………….,

ai fini del conseguimento dell’autorizzazione generale di cui all’art. 5 del D.P.R. 447 del 5/10/2001dichiaradi voler installare ed esercire una stazione di radioamatore che la stazione radioelettrica è ubicata……………………………………………………………………… ………………………………………………………………………………………………………………

che la stazione presenta le seguenti caratteristiche (elenco delle apparecchiature in dotazione) e che la stazione presenta le seguenti caratteristiche ……………………………………………………………………………………………
(elenco delle apparecchiature in dotazione)

e si impegna- ad attendere quattro settimane dalla data di produzione della presente dichiarazione prima di iniziare l’attività

– a comunicare tempestivamente ogni modifica al contenuto della presente dichiarazione.

– a rispettare ogni norma in materia di sicurezza, di protezione ambientale, di salute pubblica ed urbanistica

– a versare il contributo annuo per l’attività di vigilanza e controllo da parte del Ministero delle Comunicazioni

– ad osservare in ogni caso le disposizioni previste dal D.P.R. 5 ottobre 2001 n°447.

Allega alla presente dichiarazione i seguenti documenti:

a) gli attestati di versamento del contributo a titolo di rimborso delle spese riguardanti l’istruttoria amministrativa e del contributo per verifiche e controlli relativo al primo anno dal quale decorre l’autorizzazione generale.

b) la copia della patente di operatore

c) il nominativo acquisito

d) la dichiarazione di consenso e responsabilità per i minorenni non emancipati.

Data…………………………….. Firma……………………………………………………………

Dopo questa ultima formalità, qualora il Ministero non comunichi all’interessato un provvedimento negativo entro quattro settimane dalla data di ricezione della dichiarazione, l’interessato può finalmente iniziare l’attività, entrando così nel meraviglioso mondo della radio.

Riassumendo le disposizioni contenute nei Decreti che disciplinano in Italia l’attività radiantistica, ecco come occorre procedere per ottenere la patente di operatore, primo passo per ottenere poi l’autorizzazione generale.

La patente è indispensabile in quanto abilita all’esercizio di una stazione radiantistica (in pratica come la patente automobilistica abilita alla guida di un automezzo), ma non autorizza ancora chi ne è titolare a possedere una propria stazione, per la quale occorre prima ottenere il rilascio del nominativo, ossia la sigla che identifica internazionalmente la stazione e quindi l’autorizzazione generale.

Per maggiori info scrivi email a